.
Annunci online

 
comevorrei 
occasioni perse (non del tutto) e desideri vari
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  voglioscendere
beppegrillo
sabina guzzanti
nonsolomamma
david lebovitz
gorgeous & delicious
cookaround
luca montersino
scienza in cucina
profumo di lievito, il maestro
anice & cannella, Paoletta
  cerca

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001


















Cancelliamo il Canone Rai



Sito denuclearizzato

 


 

diario | ricette | segnalazioni |
 
Diario
1visite.

28 aprile 2010

io non soffro per amore 2

Musi lunghi. Silenzio interrotto da esplosioni di ira incontrollata. Ogni pretesto e' buono. Il telefono stranamente disponibile per l'uso familiare. Perfino il fratello minore, cosi' sarcastico e impudente, gira al largo.
Non e' necessario essere dei paragnosti per indovinare che C. e' tornata ad essere "solo un'amica" (nella migliore delle ipotesi). L'argomento e' tabu' e cercare di parlarne e' controproducente. Si sa fingendo di non sapere.

1: Oggi non vado a scuola. Non mi sento.
Che hai? Mal di testa, mal di gola, mal di pancia...
1: Niente di tutto questo. Non mi sento e basta.
Sei sicuro? Andare a scuola e' il tuo lavoro, sei pagato per questo.
1: Pagato?!?
Certo: ricevi vitto, alloggio, vestiario e argent de poche per andare a scuola e imparare.
1: Ah. Comunque oggi non ho testa, non imparerei niente. Sto male.
Ok. stai pure a casa, e riprenditi
1: Non so se mi riprendo. C. mi ha mollato e non ne vuole piu' sapere.
(che succede? ha deciso di parlarne, finalmente?)Ti riprendi, vedrai che ti riprendi...
1: Mamma!!! Basta!!! E poi, tu che ne sai?!?
Ok, ok. Basta. Non ti ho detto niente, non dico niente, ma non puoi alzare la voce con tutti solo perche' hai le palle in giostra per motivi personali. Posso capire tutto, ma fai uno sforzo e ragiona prima di alzare la voce con chi non c'entra niente.
1: Scusa, ma'
Cosi' va meglio. Se vuoi, puoi venire a fare colazione.


io che ne so...
Caro cucciolo grande, a dir la verita' non ne so tantissimo. Pero' so che tutte le storie, specie quelle belle, quando finiscono ti hanno portato da qualche parte. Quando finisce ti manca qualcosa, sicuramente. Ma tutto il buono di te, che credi sia emerso solo perche' c'era "lei", resta tuo. Fa' come se tu e C. vi foste traghettati a vicenda verso consapevolezze nuove: tu ti sei scoperto migliore di come ti vedevi, tenero, sollecito, rispettoso della liberta' e dei progetti altrui, maturo e non piu' ossessionato dalla paura di aver assorbito il modello affettivo-relazionale negativo di tuo padre; C. grazie a te ha capito che essere una ragazza in gamba, profonda e riflessiva, fuori dal coro delle galline sue coetanee, non e' qualcosa da nascondere ma da valorizzare; grazie a te e' diventata piu' forte e sicura di se'.
Ve ne accorgerete tra un po', tutti e due.
Nel frattempo, non demolire la casa. E non prendertela con tuo fratello, che ha anche lui le sue paturnie adolescenziali. Ne va della mia salute mentale di fondo. L'equilibrio psicofisico e' al momento un concetto astratto.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amore adolescenti figli innamoramento affetti

permalink | inviato da katili il 28/4/2010 alle 9:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio