Blog: http://comevorrei.ilcannocchiale.it

gli è tutto sbagliato...

... gli è tutto da rifare.
La scuola fa schifo, e gli insegnanti sono soli e delegittimati nella loro professionalità. I prèsidi devono dimenticare di essere stati insegnanti perchè sono assurti al ruolo di dirigenti scolastici (in cui "scolastici" è un aggettivo qualunque), di poli di più di 1000 studenti e più di 100 subordinati (tra personale docente e non docente), e devono sbrigare un sacco di incombenze burocratiche che fanno loro dimenticare di avere a che fare con esseri da formare.
I quali esseri, in tante scuole secondarie di secondo grado --nuovo nome per le scuole superiori-- sono sempre più spesso dei selvaggi maleducati con genitori ancora più maleducati di loro che li difendono a spada tratta impedendo loro di crescere nell'assunzione di responsabilità, giustificandoli sempre e comunque. Non deve stupire se "un bravo ragazzo" ammazza a pugni una che secondo lui gli ruba il posto in coda, o dà fuoco alla ragazza che lo ha lasciato. Non è stata colpa sua, e possiamo star sicuri che i suoi veri amici metteranno striscioni di supporto sotto casa sua e posteranno sui social network messaggi pieni di cuoricini per l'amico sfortunato e invettive sgrammaticate per le vittime stronze che lo hanno indispettito
Io condannerei moratti e gelmini al pagamento di multe salatissime per aver mandato in vacca la scuola pubblica, ma devo amaramente riconoscere che è stato facile per loro devastare una terra di nessuno, perchè, dopo Calamandrei, dell'Istruzione Pubblica e della sua qualità finalizzata alla formazione di buoni cittadini non è fregato un cazzo a nessuno.
Siamo sommersi dalla burocrazia teorica, perchè all'atto pratico non si può fare niente. Paradossalmente, per tutti gli operatori della scuola, non è rilevante risolvere un problema, ma segnalarlo o segnalarne i fattori di rischio in modo da essere scevro da responsabilità qualora, malauguratamente, il problema si dovesse verificare.
Pariamoci il culo, e l'ultimo chiuda la porta

Pubblicato il 17/3/2014 alle 16.13 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web